NOVE BENEFICI PER LA SALUTE E USI MEDICINALI DI ALOE VERA

L’aloe vera, a volte descritta come una “pianta delle meraviglie”, è un arbusto a gambo corto. L’aloe è un genere che contiene più di 500 specie di piante succulente in fiore. Molte Aloe si trovano naturalmente in Nord Africa.

Le foglie di Aloe vera sono succulente, erette e formano una rosetta densa. Molti usi sono fatti del gel ottenuto dalle foglie della pianta.
L’aloe vera è stata oggetto di molti studi scientifici negli ultimi anni, per quanto riguarda diverse proprietà terapeutiche rivendicate. In questo articolo, esamineremo alcune di queste affermazioni e analizzeremo la ricerca dietro di esse.

Cos’è l’aloe vera?

Secondo Kew Gardens, il centro botanico reale d’eccellenza inglese, l’Aloe vera è stata usata per secoli ed è attualmente più popolare che mai.
Viene coltivata in tutto il mondo, principalmente come coltura per “Aloe gel”, che proviene dalla foglia.
L’aloe vera è ampiamente usata oggi in:
* Cibo – è approvato dalla FDA come aromatizzante.
* Cosmetici.
* Integratori alimentari.
* Rimedii alle erbe.

La prima testimonianza di un uso umano per l’Aloe vera proviene dal Papiro di Ebers (una cartella clinica egiziana) risalente al XVI secolo aC. Secondo uno studio pubblicato sull’Indian Journal of Dermatology, nell’antico Egitto, chiamarono Aloe vera “quella pianta dell’immortalità”. Gli autori hanno aggiunto che la pianta è stata utilizzata terapeuticamente per molti secoli in Cina, Giappone, India, Grecia, Egitto, Messico e Giappone.

Benefici

Le affermazioni medicinali fatte sull’aloe vera, come con molte erbe e piante, sono infinite. Alcuni sono sostenuti da rigorosi studi scientifici mentre altri no. Questo articolo si concentra principalmente su quelli che sono supportati dalla ricerca.

1. Denti e gengive

Uno studio pubblicato su General Dentistry ha riportato che l’Aloe vera nei gel per i denti è efficace quanto il dentifricio nelle cavità da combattimento.
I ricercatori hanno confrontato la capacità di combattere i germi di un gel per i denti di Aloe vera con due popolari dentifrici. Hanno scoperto che il gel era altrettanto buono, e in alcuni casi addirittura migliore dei dentifrici commerciali nel controllo dei batteri orali che causano cavità.

Gli autori spiegano che il lattice di Aloe contiene antrachinoni, composti che guariscono attivamente e riducono il dolore attraverso effetti anti-infiammatori naturali.

Gli scienziati hanno avvertito che non tutti i gel che hanno analizzato contenevano la giusta forma di Aloe vera – devono contenere il gel stabilizzato che esiste nel centro della pianta per essere efficace.

2. Stitichezza

L’ente normativo tedesco per le erbe – la Commissione E – ha approvato l’uso dell’Aloe vera per il trattamento della stitichezza. Dosaggi di 50-200 milligrammi di lattice di aloe sono comunemente presi in forma liquida o in capsule una volta al giorno per un massimo di 10 giorni.
La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha stabilito nel 2002 che non ci sono dati sufficienti sulla sicurezza e l’efficacia dei prodotti Aloe; così, negli Stati Uniti, non possono essere venduti per trattare la stitichezza.

3. Ulcere del piede indotte dal diabete

Uno studio condotto presso il Sinhgad College of Pharmacy, in India, e pubblicato sull’International Wound Journal ha esaminato la capacità di Aloe di curare le ulcere.
Hanno riferito che un “gel formato con carbopol 974p (1%) e Aloe vera promuove una significativa guarigione delle ferite e la chiusura nei ratti diabetici rispetto al prodotto commerciale e fornisce un prodotto promettente da utilizzare nelle ulcere del piede indotte da diabete”.

4. Antiossidante e possibili proprietà antimicrobiche

I ricercatori dell’Università di Las Palmas de Gran Canaria, in Spagna, hanno pubblicato uno studio sulla rivista Molecules.
Il team ha deciso di determinare se l’estratto di metanolo di pelli e fiori di aloe vera potrebbe avere effetti benefici sulla salute umana. Gli scienziati si sono concentrati sulle possibili attività antiossidanti e antimicoplasmiche dell’estratto.
Il micoplasma è un tipo di batteri privi di parete cellulare; non sono influenzati da molti antibiotici comuni. Le sostanze antimicoplastiche distruggono questi batteri.
Hanno riferito che sia il fiore di aloe vera che gli estratti di foglie avevano proprietà antiossidanti, in particolare l’estratto di pelle delle foglie. L’estratto di pelle di foglia esibiva anche proprietà antimicoplasmiche.

Gli autori hanno concluso che “gli estratti di A. Vera da foglie e fiori possono essere considerati buone fonti antiossidanti naturali”.

5. Protezione dall’irradiazione ultravioletta (UV)

Gli scienziati del Kyung Hee University Global Campus, in Corea del Sud, hanno voluto determinare se l’estratto di aloe estratto dal bambino e l’estratto di aloe adulto potrebbero avere un effetto protettivo sul fotoinvecchiamento della pelle indotta da UVB; in altre parole, se potessero proteggere la pelle dagli effetti di invecchiamento della luce solare.
L’estratto di aloe Baby Aloe (BAE) proviene da tiri di un mese, mentre l’estratto di aloe da adulto (AE) proviene da germogli di 4 mesi.
In un articolo pubblicato su Phytotherapy Research, gli autori hanno concluso: “I nostri risultati suggeriscono che il BAE potrebbe potenzialmente proteggere la pelle dai danni indotti dai raggi UVB più di AE”.

6. Protezione da danni alla pelle dopo radioterapia

Uno studio condotto presso l’Università di Napoli, Italia, ha testato cinque diverse creme per uso topico per vedere quanto possano essere efficaci nella protezione della pelle dei pazienti affetti da cancro al seno sottoposti a radioterapia. Una di queste creme conteneva Aloe.
Hanno diviso 100 pazienti in cinque gruppi di 20; a ciascuno è stato prescritto un diverso trattamento topico. Hanno applicato le creme due volte al giorno, iniziando 15 giorni prima del trattamento con radioterapia, e proseguito per 1 mese dopo.
Durante il periodo di 6 settimane, i partecipanti sono stati sottoposti a valutazioni settimanali della pelle.

Risultati

Nella rivista Radiation Oncology, gli scienziati hanno riferito che l’uso preventivo delle creme idratanti topiche riduceva l’incidenza degli effetti collaterali della pelle nelle donne trattate con radioterapia per il cancro al seno, nessuna eseguita significativamente meglio.
“Tutte le creme idratanti utilizzate in questo studio erano ugualmente valide nel trattamento del danno alla pelle indotto dalla radioterapia”.

7. Depressione, apprendimento e memoria: un esperimento sugli animali

Uno studio pubblicato su Nutritional Neuroscience ha scoperto che l’Aloe vera riduce la depressione e migliora la memoria nei topi.
Dopo aver condotto esperimenti su topi di laboratorio, hanno concluso: “L’aloe vera migliora l’apprendimento e la memoria e allevia anche la depressione nei topi”.
Sono necessari ulteriori studi per stabilire se anche gli esseri umani possano ricevere gli stessi benefici.

8. Ferite da ustioni di secondo grado

Una squadra di chirurghi plastici ha confrontato il gel di aloe vera con una crema di sulfadiazina d’argento all’1% per il trattamento delle ustioni di secondo grado.
Hanno riportato nel Journal of Pakistan Medical Association che le ferite da ustione tra i pazienti trattati con Aloe vera sono guarite in modo significativamente più rapido rispetto a quelle trattate con 1% di sulfadiazina d’argento (SSD).
I ricercatori hanno aggiunto che quelli del gruppo Aloe vera hanno sperimentato un sollievo dal dolore significativamente maggiore e più precoce rispetto a quelli del gruppo SSD.
Gli autori hanno scritto: “I pazienti con ustioni termiche condite con gel di Aloe vera hanno mostrato un vantaggio rispetto a quelli vestiti con SSD per quanto riguarda l’epitelizzazione della ferita, un precedente sollievo dal dolore e l’efficacia dei costi”.

9. Sindrome dell’intestino irritabile (IBS)

Uno studio randomizzato, in doppio cieco, condotto presso la St. George’s Hospital Medical School di Londra, nel Regno Unito, ha indagato su Aloe e IBS. I loro risultati sono stati pubblicati sull’International Journal of Clinical Practice. Ai partecipanti con IBS sono stati somministrati Aloe vera o un placebo. Dopo 3 mesi, non ci sono state differenze significative nei sintomi di diarrea.

 

AdminNOVE BENEFICI PER LA SALUTE E USI MEDICINALI DI ALOE VERA